Sabato 28/10/2017 ROSTA-ASD DON BOSCO RIVOLI 6-0

  "Prestazione sotto le righe per la squadra di mister Pinna che torna dalla trasferta di Rosta con un pesante passivo frutto di una prestazione che, ancora una volta, dimostra che senza la grinta e la voglia di superarsi la sconfitta è sempre certa.

Come unica, ma non sufficiente,  scusante le molte assenze che hanno falcidiato la formazione.

I primi due tempi sono trascorsi con i nostri ragazzi in balia degli avversari chiusi nella nostra metà campo, molteplici interventi di De Salvo e molti straordinari in difesa hanno contenuto il passivo ad un goal per tempo.

Nell’ultimo tempo anche le gambe hanno iniziato a mancare ed altri 4 goal sono stati incassati; 4 dei 6 goal sono scaturiti da errori di impostazione dell'azione sulla rimessa dal fondo in uscita dalla "no-pressing zone" che hanno regalato la palla agli avversari.

In un sabato nero , soprattutto per quanto riguarda la costruzione del gioco, vanno segnalati la bellissima lettura di alcuni brani del diario di Anna Frank da parte dei capitani ad inizio partita e diversi episodi di sportività e fair play effettuati da entrambe le squadre. 

Alla fine della partita il gruppo, unito anche nella tristezza della sconfitta, ha comunque voluto salutare il campo con un grande grido “ DON BOSCO ALE’”; la strada da percorrere è ancora lunga ma la consapevolezza di doverla affrontare insieme è ben salda nei nostri ragazzi." - Luca Negro -

 

21/10/2017 Oratorio Don Bosco: ASD DON BOSCO RIVOLI – CAPRIE   0 -1 (FIGC 2-3)

 "Esordio amaro e con beffa finale per i ragazzi di Mister Pinna che lasciano sul campo quello che sarebbe stato un meritatissimo pareggio nella prima giornata di campionato.

Sul campo in erba ( prima ufficiale per i ragazzi su questa superficie) nel primo tempo la squadra sembra pagare l’emozione dell’esordio e le nuove distanze da coprire; abbastanza statico il gruppo di Mister Pinna offre il fianco al Caprie che, grazie ad una maggiore corsa e palleggio, si rende pericoloso con alcune triangolazioni, fino al goal, fortunoso, con un tiro a palombella dalla lunga distanza che inganna De Salvo.

Nel secondo tempo il Don Bosco sembra iniziare a prendere le misure a campo ed avversario, la corsa aumenta ed una maggiore costruzione dell’azione dalla difesa porta ad un paio di occasioni con un tiro a fil di palo ed uno alto di poco.

Nell’unica occasione del Caprie un doppio fallo in area di Accorso e Negro regala un calcio di rigore;

La parata di De Salvo sul tiro forte ma centrale è da applausi; il secondo tempo si chiude a reti inviolate, ma qualcosa è cambiato nella squadra di casa…il rigore parato ha acceso una carica agonistica inedita e nascosta fino a quel momento.

Il terzo tempo scorre via con una sola squadra in campo; il Don Bosco butta il cuore oltre l’ostacolo sfoggiando un agonismo e una determinazione, anche nei contrasti, ricercata per molto tempo dal mister e finalmente trovata. Le occasioni sono ripetute e il goal sembra essere nell’aria.

A due minuti dalla fine Pennacchio guadagna una punizione dalla lunga distanza; la sassata di Enrico si infrange sulla traversa ma sul proseguimento dell’azione lo stesso Pennacchio recupera la palla e  con passaggio filtrante serve Rosenga che insacca con un tiro potente.

La grande esultanza di tutta la squadra viene però interrotta dall’arbitro che, su segnalazione del guardalinee ospite con reiterate proteste, annulla per fuori-gioco.

I ragazzi di Mister Pinna non ci stanno e la ripresa del gioco è caratterizzata da molto nervosismo che chiude il match.

Il Don Bosco ritrova la calma solo negli spogliatoi dove il pensiero si sposta al prossimo impegno in casa del Rosta; nei ragazzi di mister Pinna e di tutti resta la certezza di aver dato tutto e di aver, forse, trovato dentro il cuore  il fuoco della grinta e della forza del gruppo!" - Luca Negro -

 

ASD DON BOSCO RIVOLI – OLYMPIC COLLEGNO 1-0 SABATO 4/11/2017 CAMPO ORATORIO DON BOSCO

"Ed ecco arrivare la prima vittoria in campionato per i ragazzi di Mister Pinna!!; una bellissima prestazione fra le mura amiche regala ai ragazzi la prima, meritata, gioia.

Tutti e tre i tempi possono essere riassunti con un netto predominio territoriale del Don Bosco con una manovra che è andata a crescere di minuto in minuto. 

Una buona solidità difensiva, con il ritrovato terzetto Accorso - Pennacchio - Negro, ha protetto De Salvo che è stato chiamato solo ad un paio di interventi non difficili nel primo ed ultimo tempo e dato, ripetutamente, il via alla costruzione dell’azione che si è finalmente sviluppata sulle fasce dove la corsa di Pinna, Neculeas, Di Gennaro e Sedda ha portato a ripetute occasioni con traversoni e buone trame “ dai e vai” al limite dell’area.

La squadra manca ancora nella finalizzazione e l’ultimo passaggio resta quasi sempre orfano della meritata conclusione: sono andati al vento più di 5 tiri abbondantemente fuori dallo specchio e un tiro praticamente a porta vuota.

Il merito dei ragazzi è stato però quello di non mollare mai e di continuare a cercare la vittoria con un grande spirito di gruppo e sacrificio che si sta confermando di partita in partita in questi ragazzi che sabato sono riusciti a superare la montagna tutti insieme ognuno colmando il limite del compagno spingendo e spingendo senza mai arrendersi…tutti insieme :

La palla rimessa da De Salvo passa per i piedi di quasi tutti i compagni fino ad arrivare nei piedi del più piccolo di tutti : Di Gennaro tira con tutta la sua forza e quella di tutti gli altri : mancano 5 minuti alla fine …la palla entra per la prima volta quest’anno…la festa può cominciare!!!!!" - Luca -