15 novembre 2017 - Rosta - Don Bosco  (8 – 0)
Oggi si recupera la partita inviata due domeniche scorse per impraticabilità del campo. Per motivi logistici l’incontro  si è tenuto a Rubiana, località sulle pendici del Col del Lis dove ad attendere gli atleti e i tifosi a seguito c’era un freddo esagerato.
Dal punto di vista calcistico il risultato parla chiaro, un secco e rotondo 8 – 0 maturato contro una squadra che è risultata di un altro livello. Velocità, fisicità, tecnicità e ottime geometrie sono gli elementi che hanno consentito al Rosta di superare il Don Bosco. A onor del vero bisogna riconoscere una buona prestazione dei ragazzi di Mr Nando che per quasi venti  minuti sono riusciti a reggere l’impatto della corazzata Rosta.  Assolutamente numero uno (e non solo per il numero sulla maglia) Alessandro Corio che si è superato in 4 megaparate prima di capitolare.  Purtroppo il primo e il secondo gol hanno demoralizzato i ragazzi del Don Bosco che pian piano hanno lasciato sempre più campo alla squadra di casa incassando così 5 gol nel primo e altri 3 gol nel secondo tempo.
Ora bisogna recuperare lo smacco e puntare con grinta e rabbia alle prossime partite di campionato a partire da Sabato (trasferta ad Almese) per provare a riassaporare il piacere della vittoria.
Un pensiero ed un augurio infine allo sfortunato giocatore del Rosta, caduto malamente nei 3 minuti di recupero, portato al pronto soccorso per un problema alla spalla. Dal vostro inviato Stefano S

 

11 novembre 2017 Don Bosco – Pianezza (1-3)
Oggi i ragazzi si giocano il primo posto in classifica rischiando di raggiungere il Rosta (capolista) con 3 punti di vantaggio ma una partita in più. Per contro gli avversari sono dietro di 3 punti, sempre con una partita in più. La giornata soleggiata è calda per essere in novembre, ma quest’anno ci ha abituati a un autunno ed inizio inverno alquanto caldo. Il primo tempo si è visto prevalentemente il Don Bosco molto bravo a bloccare quasi tutte le azioni del Pianezza con l’applicazione del fuori gioco alto, magistralmente diretto dal capitano Gatti e sempre pronto a ripartire. Ben due le azioni che potrebbero portare in vantaggio i ragazzi di Mr. Nando, prima Panetta al 15mo che sfodera un mezzo silura dal limite, al culmine di un’azione corale, neutralizzata dal portiere ospite. Al 20mo è Mario che, a pochi metri dalla porta con portiere spiazzato, si divora il gol tirando fuori. Una delle regole del calcio è “Gol mancato – Gol subito” e anche in questa occasione è stata confermata la regola. Punizione dalla tre quarti per il Pianezza, parabola insidiosa dove ben 4 avversari non adeguatamente contrastati si sono proiettati sulla palla portando in vantaggio la propria squadra.

La reazione è stata rapida e veemente, dopo neanche 5 minuti Fabio viene atterrato in area: rigore per il Don Bosco che pareggia con una esecuzione esemplare di Davide Gatti. Poco dopo termina il primo tempo sul risultato di parità.

Nel secondo tempo entra Samuel che risulterà devastante sulla fascia destra. In pochi minuti fa un paio di sgroppate esemplari che purtroppo non si concretizzano con una rete. La troppa foga ha determinato per Samuel un cartellino giallo e subito dopo, a seguito di un contrasto troppo “fisico”, l’uscita prematura dal campo dopo neanche 10 minuti di gioco. La squadra spinge e sembra poter essere in grado di passare in vantaggio ma una nuova punizione dalla tre quarti per il Pianezza, cambia le sorti. Punizione fotocopia del primo gol e vantaggio del Pianezza. Gli ultimi minuti sono un assalto all’arma bianca del Don Bosco che apre delle praterie al contropiede degli ospiti, contropiede che trova la terza rete a 3 minuti dalla fine.

Peccato aver perso una partita alla portata. Due reti su calcio piazzato devono far riflettere la squadra, troppo debole e paurosa nei contrasti aerei, insomma… tutte aree su cui vi sono margini enormi di miglioramento. Dal vostro inviato Stefano S.

 

28 ottobre 2017 - Don Bosco - San Giorgio (4-2)- Oggi i ragazzi di Mr. Nando incontrano il San Giorgio: la partita non sarà valida per la classifica FIGC (trattasi di seconda squadra la cui presenza è funzionale ad aver un numero di squadre pari nel girone) e quindi è da considerarsi un turno "amichevole". Alla fine della partita il risultato positivo non rispecchierà la prestazione resa che sarà solo sufficiente. Molta sofferenza nel primo tempo, pochissime conclusioni di cui alcune anche a favore del San Giorgio e un pareggio assolutamente meritato per  gli ospiti, “cenerentola” del girone. Comunque il gol è stato da cineteca con Alessandro A. che galoppa lungo la fascia destra, converge e segna con una potente rasoiata a incrociare.  Il Don Bosco aumenta i giri nel secondo tempo: prima fa le prove con Samuel che battezza il palo, poi passa in vantaggio con Fabio F. che raccoglie il corner da sinistra e insacca. Il Don Bosco preme e gioca bene fino al ventesimo, è ancora Fabio F. che raccoglie un corner e porta a 3 il bottino, poi Giovanni che dalla tre quarti fa un traversone che diventa un tiro a parabola che supera il portiere e raggiunge quota 4. Negli ultimi 15 minuti il Don Bosco si spegne e concede veramente troppo al San Giorgio che riesce a segnare ancora una rete. In sintesi i ragazzi hanno avuto un lampo nel primo tempo e 20 minuti intenssi nel secondo tempo. Chissà se di fronte a squadre più agguerrite 20 minuti e un lampo possono essere sufficienti a portare a casa il risultato. Dal vostro inviato Stefano S.

20 ottobre 2017 Olympic Collegno – Don Bosco (0-1). Partita dal doppio volto in casa Olympic. Primo tempo con molti errori da parte di entrambe le squadre e gioco concentrato prevalentemente nella zona di centro campo.  I ragazzi di Mr Nando sembrano soffrire i tentativi di assalto dei padroni di casa eppure l'azione più nitida arriva al 20mo proprio per il Don Bosco, in particolare un gran tiro al volo di Mario che scavalca il portiere Ma trova un gran difensore che intercetta di testa e devia in angolo.
Finisce la frazione di gioco sullo 0-0 senza grandi emozioni.
Nel secondo tempo il Don Bosco entra in campo con un altro piglio, ogni singolo giocatore pressa e contrasta ogni singola palla e la partita diventa decisamente più avvincente. Due rinvii maldestri dei portieri (prima del Don Bosco, poi dell'Olympic) fanno tremare entrambe le tifoserie ma il risultato non cambia, sembra crederci di più il Don Bosco con Giovanni che tira una rasoiata a incrociare, bravo il portiere a distendersi e parare. A due minuti dal termine la svolta. L'arbitro fischia una punizione in area a favore del Don Bosco per retropassaggio: il pubblico si spacca in due in merito alla corretta interpretazione dell'arbitro, tanto più che la punizione è stata fatta ribattere per la vicinanza della barriera. Federico non sbaglia e insacca sotto il filo della traversa, 0-1. Gli ultimi due minuti son stati una battaglia in campo con colpi al limite del regolamento, un fuori gioco fischiato all'Olympic che riscalda ulteriormente gli animi degli spalti ma alla fine i ragazzi di Mr. Nando portano a casa il risultato.
Rimane il dubbio sulla punizione concessa, nessun dubbio in merito alle altre decisioni arbitrali, sia la ribattuta della punizione, sia sui fuori gioco fischiati,  la certezza è una squadra sempre più “squadra” capace di soffrire e combattere ma, soprattutto, trovare continuità di gioco anche nel secondo tempo. Bravi ragazzi. Dal vostro inviato Stefano S.

14 ottobre 2017-  Don Bosco - Caselette (4-0). Oggi, prima partita del campionato provinciale, i ragazzi di Mr, Nando sono impegnati contro la squadra del Caselette. Teoricamente il livello tecnico del campionato Provinciale è più basso del livello tecnico presente nelle selezioni dei regionali, in ogni caso è necessario che i ragazzi mantengano alta la concentrazione per fare un buon campionato, campionato con 14 squadre che garantirà calcio e spettacolo per 26 turni fino a maggio 2018.Il primo tempo è a favore del Don Bosco che ha giocato praticamente nella metà campo del Caselette. Gli avversari raramente hanno superato la metà campo e mai hanno impegnato il portiere Alessandro. Al 13mo batte un corner Daniele che pesca molto bene Zanetti che con un colpo acrobatico porta in vantaggio il Don Bosco. Dieci minuti esatti e su azione sviluppata dalla sinistra è Lorenzo che pennella un crosso dove Mario Rapisarda si fa trovare pronto per il meritato raddoppio. La partita a senso unico permette al Mister di valutare ed effettuare diversi cambi alla fine del primo tempo (cinque complessivi). Come nel primo tempo passano 13 minuti di gioco e dalla triangolazione  Lorenzo – Fabio nasce il terzo gol. C’è ancora tempo per vedere una discesa di Lorenzo sulla sinistra con tiro a spizzare il portiere e chiusura del punteggio finale sul 4 – 0. Purtroppo sono da annotare due ammonizioni assolutamente evitabili: una per Mattia per un fallo pesante, l’altra per Zanetti che calcia la palla a gioco fermo. E’ necessario che i ragazzi imparino a controllarsi, soprattutto quando la partita scorre su binari tranquilli. Buona la prima per i ragazzi che, come tutti si augurano, faranno divertire nel corso del campionato, inoltre è positivo che siano stati ben 4 i marcatori della giornata, segno che la squadra sta sviluppando un attacco maggiormente corale rispetto al passato. Dal vostro inviato Stefano S.

01 ottobre 2017. Don Bosco Alba Roero. Questa è l'ultima partita del girone per le qualificazioni al campionato regionale. Relegati al ruolo di fanalino di coda, dopo l'ultima sconfitta contro il Valle Po - Paesana, giochiamo contro la prima in classifica. La partita sulla carta si presenta molto difficile per i ragazzi di Mister Nando.  Il Don Bosco ha mostrato due facce nei due tempi di gioco: il primo assolutamente disastroso dove raramente si è arrivati alla conclusione  termina con il passivo di 0 a 6  che non ammette alcuna replica, differente invece l’approccio al secondo tempo dove i ragazzi, nel corso dell’intervallo, sono stati caricati e pungolati nell’orgoglio da Mr. Nando. Il parziale è di 2 -3 (risultato finale 2-9)  con reti di Giovanni (che scatta in contropiede e realizza spiazzando il portiere) e di Davide Gatti  (su punizione magistrale) e una prestazione complessiva di spessore di tuta la squadra completamente rigenerata. 
Altra nota dolente della partita arriva dall’arbitro molto giovane che non ha segnalato due fuorigioco evidenti (circostanze costate due reti, ma è giusto ricordare che sbagliano in serie A con i guardalinee) e in un’altra occasione ha consentito la ripresa del gioco senza fischiare seppur a seguito di una punizione con ammonizione (il regolamento non lo permette e i ragazzi sono stati presi alla sprovvista incassando un'altra rete). In ogni caso non sono queste tre circostanze che hanno condizionato il risultato in quanto la squadra del Alba si è dimostrata oggettivamente più forte. In sintesi i ragazzi hanno perso entrambi i tempi di gioco, il primo senza giocare ed impegnarsi mentre il secondo impegnandosi seriamente e, per inciso, è molto meglio perdere con onore. Ora è il momento di cominciare il campionato provinciale, in teoria le squadre sono meno performanti rispetto a quelli incontrate nel girone di qualificazione ai regionali ma non sottovalutare gli avversari e giocare ogni momento della partita con grinta e determinazione sono ingredienti fondamentali per garantire divertimento in campo e sugli spalti. Buon campionato ragazzi. Dal vostro inviato Stefano S.

23 settembre 2003 - Don Bosco - Valle Po. Partita di ritorno con il Valle Po (Paesana) che prova a smuovere la propria classifica ancora ferma a 0 punti. I primi 10 minuti sembrano a favore del Don Bosco che non permette mai agli ospiti di oltrepassare la metà campo. Di seguito alla prima incursione il Valle Po passa in vantaggio. La squadra prova a reagire immediatamente con Agus che viene atterrato al limite dell’area ospite. Si incarica del tiro Andrea che sbaglia la conclusione. Il Don Bosco ci crede e spinge sull’acceleratore. E’ Lorenzo che da posizione defilata tira a porta vuota dopo aver saltato il portiere in uscita ma sfortunatamente il difensore avversario intercetta la palla sulla linea di porta. Il Valle Po è forte nelle ripartenze affondando nella linea di difesa alta che il Don Bosco sta mantenendo, molte volte riesce il fuori gioco ma al ventesimo un errore di allineamento della difesa permette l’affondo decisivo con relativo raddoppio. Risultato finale del primo tempo 0 – 2.  Al decimo del secondo tempo c’è la possibilità di riaprire la partita con Lorenzo che danza in mezzo all’area procurandosi un rigore. Purtroppo il tiro è fuori dallo specchio della porta. Continuano però le ripartenze degli ospiti che marcano anche il terzo cartellino e chiudono l’incontro sullo 0 – 3. Migliorata la prestazione rispetto alla partita di mercoledì, ci si aspetta una ulteriore crescita nella prossima partita, sperando che il mister possa contare su tutti gli effettivi. Dal vostro inviato Stefano S.

 

20 settembre 2017 Centallo – Don Bosco. Oggi i ragazzi si spostano in autobus verso Centallo per la partita di ritorno persa in casa, ricorderete, per 0-8 ma con una prestazione maiuscola da parte dei ragazzi di Mr. Nando.  Inutile la cronaca di una partita strana, giocata senza mordente e passione (passatemi il termine) da parte dei ragazzi. Il passivo finale (4 – 0; con due reti per tempo) è  indubbiamente migliore rispetto alla precedente prestazione ma grazie agli errori degli avversari in fase conclusiva. Come detto in precedenza di tutt’altro spessore il gioco dei ragazzi che sono scesi in campo con il motore al minimo e non hanno mai impegnato il portiere avversario. Dopo diverse prestazioni maiuscole è comprensibile un calo di prestazione: forza ragazzi, riprendiamoci. Dal vostro inviato Stefano S.

 

17 settembre 2017    Alba - Don Bosco.  Riassunto di un paio di risultati del girone di qualificazione al campionato regionale: Don Bosco – Centallo (0-8), Alba – Centallo (3-1): il pronostico non è a favore del Don Bosco eppure le aspettative e le ambizioni dei ragazzi sono giustamente positive. I ragazzi di Mr. Nando partono benissimo con ordine e attenzione non solo contrastano la squadra di casa ma contraccambiando colpo su colpo. Contrariamente ad ogni pronostico al 10° minuto è Lorenzo che intercetta un passaggio di Andrea e porta in vantaggio il Don Bosco. Incredulo l’Alba prova a reagire e al 20° riesce a pareggiare su rigore. C’è ancora il tempo per vedere il raddoppio di Zanetti ma l’arbitro annulla per fuori gioco. 1-1 è il risultato finale del primo tempo ma che partita i ragazzi, veramente 11 leoni in campo. Il rigore, come il fuorigioco fischiato, probabilmente non sono state segnalazioni corrette. Vicino alla panchina dei padroni di casa ho colto alcune affermazioni: “il difensore è stato ingenuo ma il rigore è stato un regalo”; “meno male che ha fischiato a me non sembrava fuorigioco”; “gli abbiamo sottovalutati”. Il secondo tempo è stata un’altra storia, purtroppo i cambi del Don Bosco non sono stati all’altezza dei cambi dei padroni di casa. Inoltre la stanchezza per la prestazione messa in campo al primo tempo ha lasciato il segno nelle gambe dei difensori che hanno sbagliato alcuni rinvii elementari. Ben 6 sono state le reti subite e questo determina il risultato finale di 7-1. Seppur con il risultato a sfavore i ragazzi hanno fatto una prestazione eccellente che ha strappato i complimenti della panchina avversaria. La sconfitta non è arrivata inaspettata ma è certo che partita dopo partita è sempre più difficile domare il Don Bosco e questo è un buon auspicio per il futuro. Dal vostro inviato Stefano S.

 

13 settembre 2017 – Valle Po Paesana - Don Bosco.
Di fronte le due squadre a 0 punti , reduci da due sconfitte con punteggio tennistico subito domenica, in campo per muovere  la classifica. Si gioca nel campo situato nel comune di Paesana che offre una temperatura frizzante e piacevole che invoglia a fare una piccola passeggiata pre-partita.
L'intensità di gioco è alta fin dal fischio d'inizio  con rapide ripartenze di entrambe le squadre, sono i ragazzi di Mr. Nando i più audaci tanto che al 5° un secco anticipo di Federico a centrocampo innesca Daniele sulla sinistra, sgroppata laterale e cross al centro dove si fa trovare pronto Davide G. Che finta a destra e insacca con un tiro di biliardo lo 0-1.
Il Paesana prova a premere sull'acceleratore  e grazia il  Don Bosco quando, sugli sviluppi di una punizione, la palla attraversa lo specchio della porta con Alessandro spettatore. I padroni di casa devono però offrire il fianco alle ripartenze del Don Bosco che  sfiora il  raddoppio in più occasioni  anche grazie a un  devastante Lorenzo, oggi particolarmente ispirato, che salta e dribbla gli avversari trovando facili triangolazione  con i compagni di reparto .  Nonostante tutto il punteggio rimane sullo  0-1  fino allo scadere della frazione di gioco.
Nel secondo tempo il Paesana entra in campo molto più  motivato del  Don Bosco e dopo  soli 3 minuti  pareggia grazie anche a una difesa ancora ferma negli spogliatoi. La partita sembra prendere una brutta piega e fino al 10° non riusciamo più a uscire dalla metà campo. Mr. Nando corre ai ripari e innesta forze fresche in campo. Improvvisamente parte sulla fascia ancora Lorenzo che converge dribblando un paio di giocator, allunga la palla a Brayan  (classe 2004  subentrato da pochi minuti) che insacca con uno splendido tiro al volo: 1- 2 .
Nuovamente forti del vantaggio i ragazzi  riprendono fiducia, da un corner battuto da Giovanni la palla scavalca il portiere e viene accompagnata in porta da  Andrea, pronto a sfruttare la situazione.
C'è  ancora il tempo per assistere a una ottima parata di Alessandro che riscatta alcune disattenzione maturate  nella partita. Termina la partita con il punteggio di 1-3 a favore del Don Bosco , risultato che attesta un buono stato di forma dei ragazzi che continuano a crescere.  Nel congratularmi con tutti per la bella partita goduta, invito tutti a guardare alcune immagini della trasferta di oggi. Dal vostro inviato Stefano S.

 

10 settembre 2017 - Don Bosco - Centallo

E' iniziata l’avventura dei ragazzi di Mr. Nando, per la prima volta impegnati con avversari più forti di quelli finora incontrati.

La preparazione al campionato Regionale è stata indubbiamente valida ma il risultato non è stato confortante: sconfitti dai ragazzi del Centallo che, per dovere di cronaca, sarebbero arrivati quarti alla scorsa edizione del Campionato Regionale. Al di la del risultato è doveroso riconoscere una buona tenuta fisica a tutta la squadra, circostanza però insufficiente a far fronte agli avversari che hanno liquidato la pratica Don Bosco con 4 reti per tempo. E’ necessario riprendere da quanto di buono visto, continuare con la preparazione concentrandosi su alcuni aspetti tecnici particolari quale una maggior coesione delle linee e una maggior concentrazione durante tutte le fasi della partita.

Forza ragazzi! Le soddisfazioni arriveranno a breve. Dal vostro inviato Stefano S.